Sabato, 18 Novembre 2017
Unitelsardegna Logo
Piattaforma didattica >>
 

Conferenza sui monumenti antichi della Sardegna

Pubblicazione: 
Mercoledì, 24 Giugno, 2015 - 11:05

 

Venerdì 26 giugno Salvatore Dedola terrà una conferenza presso l’associazione Honebu, via F.lli Bandiera 100, Pirri, ore 19.

Dal punto di vista linguistico-etimologico, dimostrerà e spiegherà quali erano nell’antichità i veri nomi delle tipologie dei monumenti sardi (oggi chiamati nuraghe, tomba di giganti, domus de janas, perda fitta, pozzo sacro). A parte il nuraghe – l’unico ad avere un nome proprio (per quanto nessuno dei suoi predecessori abbia mai saputo che cosa significhi) –, oggi le altre tipologie di monumenti antichi sono senza nome. Infatti a cosa si riferisce la “tomba di giganti”? come era chiamata? Quelle leziose ma “tenebrose” janas, chi erano veramente? Sa perda fitta ha un nome bastardo e banale: com’era chiamata propriamente? Il pozzo sacro, aveva un nome suo proprio oppure no?

Va da sé che la soluzione di tali quesiti spalanca una porta che sinora l’Accademia aveva tenuto ermeticamente sbarrata. Non solo. Il chiarimento sul nome dei monumenti porta automaticamente a chiarire definitivamente la funzione del monumento stesso, chiudendo finalmente un’enorme falla culturale attraverso cui gli accademici sinora hanno lasciato sfuggire e affievolire le migliori energie dedicate allo studio della nostra memoria storica.