Sabato, 18 Novembre 2017
Unitelsardegna Logo
Piattaforma didattica >>
 

sa die de sa sardigna

UNA RIFLESSIONE SU SA DIE DE SA SARDIGNA, di Nereide Rudas

 

La scommessa è quella di far mantenere ai giovani sardi una rinnovata autoconsapevolezza della loro specificità…. metterci alle spalle le sconfitte, le illusioni e le de-lusioni, le vergogne, le invidie, i naufragi e camminare liberi, a viso aperto, insieme agli altri popoli della terra. Nereide Rudas presiede il Comitato per  SA DIE  de sa  SARDIGNA.

 

Po ‘Sa die de sa Sardigna’ 2016

 

Da vent’anni ritorna la festa nazionale del popolo sardo!

Sa die de sa Sardigna (28 aprile) congiunge la festa della liberazione dalla dittatura nazi-fascista (25 aprile) alla festa del lavoro (1 maggio) che in Sardegna è pure festa del martire testimone della fede cristiana, S. Efisio.

Po "Sa die de sa Sardigna" 2015

 

Sa die de sa Sardigna (28 aprile) congiunge ogni anno la festa della liberazione dalla dittatura nazi-fascista (25 aprile) alla festa del lavoro (1 maggio) che in Sardegna è pure festa del martire testimone della fede cristiana, S. Efisio.

ISRE - Sa die de sa Sardigna 2015

 

Sa die de sa Sardigna 2015. Proiezione Capo e Croce. Le ragioni dei pastori e visita guidata in lingua sarda al Museo Deleddiano/Casa natale di Grazia Deledda.

 

Si comunica che il giorno 27 aprile, per celebrare la ricorrenza de “Sa die de sa Sardigna”

"Gavino Fadda, un ommu, un patriotu immintigaddu", di Fabritziu Dettori

 

Sa die de sa Sardigna. La di di la Sardhigna è, o dubaristhia assé, una dì di festha e di rifrissioni.

 

di Fabritziu Dettori

Manifestazione narrativo musicale per Sa Die de Sa Sardigna 2015

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE

“ENNIO PORRINO”

 

Condividi contenuti